Monthly Archive 29/09/2017

PRONTA ALLA VENDITA 5 CONSIGLI PER MIGLIORARE LA TUA PROPRIETA’

PRONTA ALLA VENDITA 5 CONSIGLI PER MIGLIORARE LA TUA PROPRIETA‘.
Devi fare in modo che la tua proprietà sia pronta per la visita dei potenziali acquirenti. Questo passo è una parte molto importante della vendita di una casa. Durante la visita dell’immobile, i potenziali acquirenti inizieranno a immaginare la casa arredata con i propri oggetti, visualizzando la propria vita trascorsa fra quelle mura. Se non riusciranno a immedesimarsi in questa situazione, perché la tua casa sarà ingombra di oggetti e cose, oppure sporca, troppo colorata o eccessivamente particolare, molto probabilmente perderai la possibilità di chiudere l’affare. Il modo migliore di presentare la tua casa è quello di farla apparire spaziosa, pulita e il più possibile normale e confortevole.


1) Cerca di limitare all’essenziale l’arredamento della tua casa; se tra il tuo arredamento ci sono dei pezzi che negli ultimi tre mesi non hai utilizzato, vendili, buttali o conservali in un altro luogo. Questo contribuirà a far apparire gli spazi molto più ampi.
2) Gli oggetti decorativi che arredano la tua casa dovrebbero essere presentati in gruppi di 1, 2 o 5 pezzi; quando possibile scegli sempre il numero minore di elementi; non è chiaro perché un gruppo dispari di elementi sia più attraente mentalmente, ma è così.
3) Dai un tocco di freschezza all’ambiente con dei fiori e un bel piatto di frutta.
4) Esamina ogni stanza e, se necessario, imbiancala se presente, controlla la pavimentazione ed esegui una pulizia approfondita, anche i vetri delle finestre dovranno essere perfettamente puliti.
5) Poni l’attenzione su come appare la tua casa dall’esterno elimina qualsiasi pianta che possa oscurare una parte importante del tuo immobile. Se necessario, diserba le aree problematiche del giardino e esegui una pacciamatura. Controlla le condizioni della verniciatura esterna della casa. Mettiti nei panni del tuo possibile acquirente e ispeziona l’aspetto dell’immobile visto dal marciapiede e da vicino.

COME RICONOSCERE IL VERO ACQUIRENTE IN 6 MOSSE

COME RICONOSCERE IL VERO ACQUIRENTE IN 6 MOSSE.

Come riconoscere un vero acquirente? Il tipico errore è quello di confondere un semplice curioso da una persona realmente interessata a comprare. Entrambi girano per vedere le case, ma solo il vero acquirente ti dà la possibilità di vendere la casa mentre l’altro ti farà quasi sicuramente perder tempo…

Ecco alcuni elementi che devi valutare per vedere se è un potenziale cliente:

1) L’acquirente è attivo e coopera facendo domande e si informa sui particolari? Se le informazioni che chiedi le devi estorcere sotto tortura, sei quasi sicuramente in presenza di un perditempo. Solo chi deve realmente comprare è molto attento ai dettagli.

2) E’ da solo o in compagnia? Nella stragrande maggioranza dei casi chi compra è sposato o si deve sposare e quindi girano in coppia. Se gira da solo potrebbe trattarsi di un single che compra casa ma, molto più facilmente è un curioso che deve comprare casa fra qualche anno e per ora è nella fase “vediamo l’aria che tira…”.

3) L’acquirente è in linea con l’immobile che vuole visitare? In pratica, detto in soldoni, se vuole vedere nella zona delle villette da un milione di euro a salire, lui sembra un tipo da villetta da un milione di euro? E’ vero che spesso l’apparenza inganna, ma se aggiungi a l’apparenza uno dei precedenti punti, sei quasi sicuramente in presenza di uno sfaccendato.

4) Sei riuscito a sapere l’entità economica dell’acquirente? Te lo ha detto immediatamente (magari dimostrandolo), oppure sembra che la sua situazione economica sia avvolta da una fitta nebbia e dal mistero? Se uno cerca casa di un determinato range di valore, allora è molto probabile che ti dica immediatamente che lavoro fa e come ha intenzione di pagarla (mutuo a 20 anni, a 30 anni, eccetera). Se non ti dice niente è perché, probabilmente, non è alla sua portata.

5) La banca gli ha dato parere favorevole per erogargli il mutuo? Spesso capita che parli con persone interessate, ma che non hanno ancora parlato con la banca per capire se potranno o meno aprire un mutuo. Sarebbe buona norma che l’acquirente si faccia prima un giro in banca a chiedere se con i suoi parametri può accedere o meno ai mutui. Perderà meno tempo lui e non farà perdere tempo a te!

6) Deve prima vendere la sua attuale casa per comprare quella nuova? Questo è un classico. Il problema ovviamente non sta nel fatto che vende una vecchia casa per acquistarne un’altra, ma nella reale possibilità che lo possa fare. Valuta se la casa sia vendibile facilmente e, soprattutto, che stia chiedendo il giusto. In caso contrario ti vedrai invischiato in una situazione che rimarrà bloccata per anni!

P.S. A volte si fugge dagli Agenti Immobiliari, però se non ci si vuole complicare la vita, con inutili perdite di tempo è raccomandabile mettersi nelle mani di esperti: sono d’aiuto e facilitano l’intero processo.